Quali sono le zone di maggiore sollecitazione dei pneumatici agricoli

Quali sono le zone di maggiore sollecitazione dei pneumatici agricoli?

La prima cosa a cui si pensa è che la zona di maggiore sollecitazione dei pneumatici agricoli sia sicuramente il battistrada perché è a contatto diretto con il suolo, ma non è proprio così. Certo, il battistrada è ovviamente sottoposto a numerose sollecitazioni: Trazione, potenza motrice, usura, sfregamenti, surriscaldamento oltre a dover resistere ai tagli in base alla natura dei terreni... ma è anche la parte più resistente del pneumatico, quella dotata di una mescola di gomma sviluppata proprio in funzione di tali sollecitazioni.

Contrariamente alle gomme delle auto, i pneumatici agricoli devono poter essere utilizzati in maniera molto versatile: su strada, sulla terra mobile e umida dei campi o nel cortile dell’azienda agricola per la movimentazione, con la conseguente modifica delle zone di sforzo e di sollecitazione che possono alterare i pneumatici.

In questo articolo ti presentiamo le principali e zone di sollecitazione tipiche dei pneumatici agricoli e le azioni da compiere se vuoi ridurre lo stress specifico di queste zone, in maniera tale da conservare i pneumatici a lungo.

1. Prima zona di maggiore sollecitazione: la spalla

Una zona importante spesso sottovalutata

La spalla è il punto d’incontro tra battistrada e fianchi. Si tratta dell’area posta all’estremità di ogni barra del pneumatico agricolo. Questa parte specifica del pneumatico è una zona di intensa flessione sotto la pressione di un carico eccessivo o della potenza motrice.

È importantissima perché consente di mantenere l'integrità strutturale complessiva e garantisce la coesione fra le parti principali del pneumatico. La spalla è polivalente e svolge un ruolo importante nell’ammortizzazione, nella stabilità, nella tenuta di strada del pneumatico e nella trasmissione dello sforzo di trazione.

Quando il trattore è sovraccarico, la spalla subisce delle sollecitazioni che possono determinare serie deformazioni e portare ad un cedimento della struttura se il pneumatico non ha un livello di tecnologia sufficiente, o se viene utilizzato in maniera non conforme.

Spalla del pneumatico agricolo
Spalla del pneumatico agricolo

La spalla è spesso la prima zona di contatto in caso di urti o di incidenti. Si tratta di un’area in cui i danni non sono facilmente visibili. In effetti, le sollecitazioni si verificano prevalentemente a livello della struttura interna, nel cuore stesso della carcassa del pneumatico. Un’ispezione visiva non basta per valutare le condizioni della spalla. La resistenza di questa zona dipende dalla qualità delle tele di tessuto e dei rinforzi strutturali di gomma impiegati nella costruzione della carcassa.

Fratture a livello della spalla dovute a un eccessivo trasferimento di carico
Fratture a livello della spalla dovute a un eccessivo trasferimento di carico

Come ridurre le sollecitazioni sulla spalla dei pneumatici

Per proteggere la spalla è necessario controllare il carico sostenuto dai pneumatici e impostare correttamente le pressioni per compensarlo. Naturalmente, queste impostazioni devono tener conto della velocità di marcia su ogni tipo di terreno: o esclusivamente nei campi, o esclusivamente su strada o misto, strada e campi.

Una pressione adeguata consente di distribuire uniformemente il peso sull’intero battistrada, riducendo quindi le sollecitazioni esercitate sulla spalla. Un pneumatico gonfiato correttamente resiste meglio agli urti e ai carichi pesanti: in questo modo, se ne aumenta la vita utile e se ne migliorano le prestazioni.

 

2. Seconda zona di maggiore sollecitazione: il tallone

Il tallone è una zona critica che necessita di particolare attenzione. Sul pneumatico agricolo, è la seconda zona che subisce la maggior parte delle sollecitazioni. Garantisce il collegamento tra il pneumatico e la sede del cerchio. Deve mantenere l’impermeabilità e la coesione tra materiali molto diversi. Provvede alla trasmissione della potenza motrice tra il cerchio e il pneumatico. Le tele della carcassa del pneumatico passano dietro il tallone (internamente) e risalgono davanti al tallone stesso (esternamente), rendendo quest’area particolarmente fragile e sensibile ai movimenti, alle flessioni e alle deflessioni ripetute.

Zona del tallone del pneumatico agricolo
Zona del tallone del pneumatico agricolo

Tale fragilità è dovuta alla complessa struttura interna del tallone. Sebbene sia costituito da cerchietti metallici, il tallone rimane comunque vulnerabile alle sollecitazioni meccaniche e alle aggressioni esterne. Se corpi estranei come terra, pietre o rami, si incastrano fra il tallone e il bordo del cerchio, possono provocare danni significativi. Inoltre, un cerchio in cattivo stato, deformato, arrugginito o consumato può accelerare l’usura del tallone.

Cedimento all’estremità del rinforzo del tallone
Cedimento all’estremità del rinforzo del tallone

Come ridurre le sollecitazioni sul tallone

Ecco i nostri consigli per aiutarti a proteggere i talloni dei pneumatici agricoli:

  • Pulire regolarmente i cerchi: più sono puliti e privi di detriti, minore sarà il rischio di corrosione e di usura precoce a livello del tallone;
  • Controllare la pressione dei pneumatici: una verifica regolare serve a garantire che il tallone sia in grado di sostenere correttamente il carico senza deformarsi eccessivamente. Una pressione troppo bassa con pneumatici standard, non progettati per lavorare a bassa pressione, potrebbe comportarne il cedimento proprio nel punto di giunzione con il cerchio.

 

 

3. Terza zona di maggiore sollecitazione: il battistrada

Una zona rinforzata con forti sollecitazioni

Il battistrada costituisce la superficie maggiormente visibile e più sollecitata del pneumatico. Si tratta della zona di sollecitazione più evidente in quanto subisce tutte le asperità del terreno. È proprio qui che avviene il massimo contatto con il suolo e dove si concentrano tutte le sollecitazioni.

Battistrada del pneumatico agricolo
Battistrada del pneumatico agricolo

Il battistrada è resistente in quanto costituito dalla sovrapposizione di tele di tessuto incrociate e di gomma (detti anche “cintura”); garantisce la trazione, l’aderenza e la resistenza all’usura.

Le tele stabilizzatrici del battistrada vengono sovrapposte alle tele della carcassa
Le tele stabilizzatrici del battistrada vengono sovrapposte alle tele della carcassa

Le tele stabilizzatrici presenti nel battistrada giocano un ruolo fondamentale. Garantiscono una buona gestione dello sterzo, contribuiscono a stabilizzare il pneumatico sul suolo ripartendo uniformemente la pressione esercitata dal carico. Ciò consente di garantire un’aderenza ottimizzata, una buona tenuta di strada e un’usura omogenea del battistrada.

Proteggere il battistrada significa allungare la vita utile dei pneumatici

Per proteggere efficacemente il battistrada dei pneumatici agricoli, è fondamentale usarli rispettandone l’uso per il quale sono stati progettati.

  • Evitare i sovraccarichi: rispettando le capacità di carico raccomandate dal fabbricante, si protegge l’integrità strutturale dei pneumatici e si limitano i rischi dovuti alla rapida usura del battistrada.
  • Adattare e mantenere una pressione corretta in base al tipo di operazioni, al carico e al terreno. Ciò garantisce una distribuzione uniforme del peso sulla superficie di contatto al suolo, ottimizzando la trazione, riducendo l’usura del battistrada e offrendo un’aderenza ottimizzata.
  • Verificare regolarmente i pneumatici: esaminare lo stato dei pneumatici consente di rilevare qualsiasi usura anomala, danno o segno di deterioramento. In questo modo, sarà possibile effettuare gli adattamenti necessari ed evitare la sostituzione anticipata dei pneumatici.
Usura del battistrada dovuta a un difetto di convergenza
Usura del battistrada dovuta a un difetto di convergenza

 

4. Quarta zona di maggiore sollecitazione: i fianchi

I fianchi costituiscono le pareti laterali dei pneumatici. Rappresentano una zona di flessione fondamentale. Non si limitano a sostenere il battistrada, ma agiscono da ammortizzatori assorbendo gli urti, la potenza motrice e le sollecitazioni durante le operazioni agricole.

I fianchi sono una zona sensibile del pneumatico agricolo
I fianchi sono una zona sensibile del pneumatico agricolo

Questa zona è costituita da gomma più morbida e maggiormente vulnerabile ai danni, soprattutto nel momento in cui entra a contatto diretto con il suolo, diventando quindi più suscettibile a tagli, strappi e forature. Pertanto, è necessario adottare particolari precauzioni quando si opera a bassa pressione con pneumatici standard non adatti a questo utilizzo.

I fianchi sono più sensibili alle forature e ai tagli
I fianchi sono più sensibili alle forature e ai tagli

I fianchi vengono notevolmente sollecitati a causa della potenza motrice generata dalla forza del trattore durante le diverse attività agricole. Tale sollecitazione può causare deformazioni eccessive e cedimenti della struttura interna del pneumatico. Un carico eccessivo o un’errata regolazione della pressione potrebbe sovraccaricare i fianchi, aumentando il rischio di danni e di usura precoce.

Al fine di proteggere l’integrità dei fianchi e garantire la sicurezza del conducente, è necessario attenersi alle pressioni raccomandate dal fabbricante. Ciò riduce il rischio di incidenti, garantisce una migliore tenuta di strada nonché una reattività ottimale nel caso di manovre complesse.

 

5. VX-TRACTOR: più resistente nelle zone di normale sollecitazione dei pneumatici agricoli

Il pneumatico Bridgestone VX-TRACTOR rappresenta un’innovazione tecnologica nel campo dei pneumatici agricoli. È progettato per rispondere alle specifiche esigenze degli agricoltori, anche dei più esigenti, grazie alle caratteristiche all'avanguardia e ad una struttura estremamente robusta.

VX-TRACTOR: più resistente nelle aree di normale sollecitazione dei pneumatici agricoli
VX-TRACTOR: più resistente nelle aree di normale sollecitazione dei pneumatici agricoli

Durata e vita utile aumentate

Questo pneumatico tecnologico si contraddistingue per l’eccezionale resistenza sulle zone di normale sollecitazione. Il design innovativo, con un volume di gomma ben al di sopra della concorrenza, gli conferisce una durata eccezionale, rispondendo in questo modo alla necessità di longevità tanto agognata dagli agricoltori.


Carcassa più robusta

Dotato di una carcassa rinforzata, il VX-TRACTOR sostiene carichi notevoli senza compromettere la sua performance. Rispetto ai pneumatici standard, si compone di una tela della carcassa aggiuntiva più due tele stabilizzatrici. Una tale robustezza gli consente di resistere a condizioni estreme negli ambienti più difficili.

La carcassa dei pneumatici VX-TRACTOR è stata progettata per la resistenza
La carcassa dei pneumatici VX-TRACTOR è stata progettata per la resistenza

Massima resistenza all’usura

Specificamente sviluppato da Bridgestone, questo pneumatico di fascia alta offre la massima resistenza all’usura grazie ad una mescola di gomma miscelata con oli vegetali. Le barre sono costituite da un 20% in più di volume di gomma rispetto alla concorrenza. Sono queste le caratteristiche che lo rendono uno dei pneumatici più resistenti all’usura.


Battistrada più potente

Il design del battistrada del VX-TRACTOR contribuisce alla sua trazione superiore. Grazie all’esclusivo design brevettato “Involute” delle barre, questo pneumatico garantisce una trazione senza eguali e, allo stesso tempo, riduce al minimo gli effetti negativi sul suolo.

 

CONCLUSIONE:
I pneumatici agricoli sono sottoposti a notevoli sollecitazioni, in particolare a livello della spalla, del tallone, del battistrada e dei fianchi. Per proteggere l’integrità delle dotazioni e garantire la tua sicurezza, è necessario innanzitutto rispettare le raccomandazioni del fabbricante riguardo a carico e pressione. Ti consigliamo inoltre, di effettuare un controllo regolare per rilevare segni di usura anomali o danni; in questo modo si potranno adottare le misure necessarie per garantire la robustezza e la performance dei pneumatici.
Oltre ad avere una carcassa più morbida e robusta, il Bridgestone VX-TRACTOR si distingue per l’innovativo battistrada in grado di resistere alle normali sollecitazioni cui sono sottoposti i pneumatici agricoli. Offre una performance ottimizzata in qualsiasi condizione operativa, sia in campo aperto che su strada. Investire in questo pneumatico di fascia alta ti consente di godere di una performance costante e di un’ottima resa, senza rinunciare ad un’eccezionale robustezza.

 


Il blog di Bridgestone agricoltura viene redatto e controllato da esperti di pneumatici da trattore, disponibili a fornirti qualsiasi tipo di consiglio di cui potresti aver bisogno relativamente agli pneumatici agricoli. Ti consentiranno di massimizzare la produttività grazie a informazioni su tutte le tematiche correlate agli pneumatici: Dati tecnici pneumatici agricoli - Performance dello pneumatico agricolo - Consigli sulla pressione dello pneumatico agricolo - Soluzioni contro la compattazione del terreno - Pressione dello pneumatico per atomizzatore - Perché e come zavorrare gli pneumatici da trattore - ecc.

Per approfondire e per aumentare la rendita della tua azienda, Bridgestone agricoltura ti propone un e-book gratuito e molto dettagliato che ti spiega il ruolo essenziale dello pneumatico agricolo sulla tua produttività.

Download: Aumentare la redditività della vostra attività

La maggior parte delle persone che hanno letto questo articolo hanno letto anche gli articoli seguenti, classificati di seguito per ordine di popolarità:

Queste informazioni hanno il solo scopo di farvi conoscere gli aspetti tecnici e funzionali dei pneumatici agricoli e il loro utilizzo. Non permette di dare un giudizio o una conclusione definitiva su un dato problema. Solo il vostro esperto di pneumatici agricoli è in grado di fare una valutazione tecnica e prendere una decisione finale, caso per caso.


Lascia
un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono indicati con l’asterisco (*)